La vulnerabilità sismica degli edifici storici in muratura: dalla conoscenza agli interventi di consolidamento strutturale/Seismic vulnerability of historic masonry buildings: from knowledge to the interventions of structural consolidation

Pardo Antonio Mezzapelle, Francesco Clementi, Stefano Lenci

Abstract


I tragici eventi sismici che da agosto 2016 a gennaio 2017 hanno colpito una vasta area del Centro Italia, hanno nuovamente acceso i riflettori sull’elevata vulnerabilità del patrimonio storico-architettonico ampiamente diffuso sul territorio italiano.

Con un taglio il più divulgativo e meno tecnico possibile, e nei limiti di lunghezza richiesti, si vogliono illustrare le principali questioni legate alla mitigazione del rischio sismico, a partire dalla scarsa qualità muraria che rappresenta il maggior elemento di vulnerabilità, fino alle tecniche di intervento, passando per gli altri elementi di vulnerabilità, per la conoscenza dell’edificio, irrinunciabile per comprenderne il comportamento, e per le analisi strutturali necessarie per una affidabile ed oggettiva valutazione della vulnerabilità sismica.

 

The tragic seismic events that hit a large area of the Centre Italy, from August 2016 to January 2017, have again highlighted the high vulnerability of the historical and architectonical heritage widely spread on the Italian land.

With an exposition the most informative and the less technical possible, in the required length limit, the main issues regarding the seismic risk mitigation are treated. Starting from the poor quality of the masonry, which represents the main vulnerability factor, up to the intervention techniques, the paper deals about the other vulnerability factors, the knowledge of the building as the indispensable process to understand the seismic behaviour, and the structural analyses as necessary to provide a reliable and objective seismic vulnerability assessment.


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13138/2039-2362/1686

Copyright (c) 2017 IL CAPITALE CULTURALE. Studies on the Value of Cultural Heritage


Licenza Creative Commons edita dall'eum e gestita dall'Università di Macerata, Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo, Sezione di Beni Culturali, piazzale Bertelli 1, 62100 Macerata, Italia.

Adotta specifiche politiche per la gestione e protezione dei dati.