A proposito dell'inchiesta della S. Congregazione dell'Indice dei libri proibiti di fine '500 / The survey of the “Congregazione dell’Indice dei libri proibiti” (Congregatio pro Indice Librorum Prohibitorum) at the end of the 16th Century

Rosa Marisa Borraccini, Giovanna Granata, Roberto Rusconi

Abstract


Il paper - diviso in tre parti - muove dai risultati della "Ricerca sull'inchiesta della Congregazione dell'Indice" che ha preso in esame i codici Vaticani Latini che conservano circa 9.500 liste di titoli di libri posseduti dai religiosi italiani alla fine del XVI secolo. Roberto Rusconi sviluppa una panoramica introduttiva sulle biblioteche degli ordini religiosi alla fine del Cinquecento. Giovanna Granata sfrutta le molteplici potenzialità informative dell'Inchiesta sia in termini di conoscenza di tali biblioteche sia rispetto alle modalità di circolazione delle diverse edizioni. Rosa Marisa Borraccini prende invece in esame un caso di studio come quello del Confessionario di Girolamo da Palermo per dimostrare l'importanza che un testo oggi quasi del tutto sconosciuto aveva all'epoca della sua produzione.

 

This paper - divided into three sections - expands upon the work undertaken in "Ricerca sull'inchiesta della Congregazione dell'Indice", which has examined the Codici Vaticani Latini, a collection which conserves around 9.500 lists of volumes owned by Italian monks and clerics at the end of the sixteenth century. Roberto Rusconi offers an introductory overview of the libraries of religious orders at the end of the sixteenth century. Giovanna Granata analyses the findings of the Inchiesta in terms of actual library holdings and in terms of the circulation of different editions. Rosa Marisa Borraccini examines the case study of the "Confessionario" of Girolamo da Palermo to demonstrate the importance certain texts, although now forgotten and largely ignored, had at the time of their production and circulation.

 


Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


Alessandrini Calisti S. (2006), Norme e consuetudini degli Eremiti camaldolesi di Montecorona su libri e biblioteche, in Borraccini, Rusconi 2006, pp. 309-335.

Baldini U., Spruit L., a cura di (2009), Catholic church and modern science. Documents from the archives of the Roman Congregations of the Holy office and the Index, Città del Vaticano: Libreria Editrice Vaticana (Fontes archivi Sancti Officii Romani, 5).

Benvenuto R. (2002), I Minimi nella diocesi di Bisignano alla vigilia della soppressione innocenziana, «Bollettino ufficiale dell’Ordine dei Minimi», XLVIII, pp. 474-538.

BEPA (1998), Bibliografia delle edizioni palermitane antiche (BEPA). I: Edizioni del XVI secolo, a cura di C. Pàstena, A. Anselmo, M.C. Zimmardi, Palermo: Regione siciliana, Assessorato regionale dei Beni culturali e ambientali e della pubblica istruzione.

Biondi R. (2006), Libri, biblioteche e «studia» nella legislazione delle famiglie francescane (secc. XVI-XVII), in Borraccini, Rusconi 2006, pp. 337-379.

Bocchetta M. (2008), La legislazione dei Minori conventuali sugli studi e sulle biblioteche, secoli XVI-XVII, in Presenze francescane nel camerinese (secoli XIII-XVII), a cura di F. Bartolacci, R. Lambertini, Ripatransone: Maroni, pp. 249-271.

Borraccini R.M., a cura di (2009), Dalla «notitia librorum» degli inventari agli esemplari. Saggi di indagine su libri e biblioteche dai codici Vaticani latini 11266-11326, Macerata: eum.

Borraccini R.M., Rusconi R., a cura di (2006), Libri, biblioteche e cultura degli Ordini Regolari nell’Italia moderna attraverso la documentazione della Congregazione dell’Indice, Atti del convegno internazionale (Macerata, 30 maggio – 1 giugno 2006), Città del Vaticano: Biblioteca Apostolica Vaticana (Studi e testi, 434).

Bruni F. (2009), «Erano di molti libri proibiti». Frate Lorenzo Lucchesi e la censura libraria a Lucca alla fine del Cinquecento, Roma: Edizioni Marianum (Scrinium historiale, XXIV).

Bruni F. (2012, i.c.s.), The Book Inventories of Servite Authors and the Survey of the Roman Congregation of the Index in Counter-Reformation Italy, in Documenting the Early Modern Book World: Inventories and catalogues in manuscript and print, Proceedings of the Third St Andrews Book Conference (7-9 July 2011), Leiden: Brill (in corso di stampa).

Cargnoni C. (2007), Libri e biblioteche dei cappuccini della Provincia di Siracusa alla fine del secolo XVI, «Collectanea Franciscana», LXXVII, pp. 63-151.

Criscuolo V. (2001), Formazione e cultura tra i Cappuccini della Provincia dell’Umbria tra Cinque e Seicento, in I Cappuccini nell’Umbria del Cinquecento (1525-1619), a cura di V. Criscuolo, Roma: Istituto Storico dei Cappuccini, pp. 119-265.

Ciccarelli D. (1990), La circolazione libraria tra i francescani di Sicilia, 2 voll., Palermo: Officina di studi medievali, Biblioteca francescana.

De Maio R. (1973), I modelli culturali della Controriforma: le biblioteche dei conventi italiani alla fine del Cinquecento, in Riforme e miti nella chiesa del Cinquecento, a cura di R. De Maio, Napoli: Guida, pp. 365-381.

Dykmans M. (1986), Les bibliothèques des religieux d’Italie en l’an 1600, «Archivum Historiae Pontificiae», XXIV, pp. 385-404.

Fragnito G. (1992), Gli ordini religiosi tra Riforma e Controriforma, in Clero e società nell’Italia moderna, a cura di M. Rosa, Roma-Bari: Laterza, pp. 115-205.

Fragnito G. (2001), La Bibbia al rogo. La censura ecclesiastica e i volgarizzamenti della Scrittura (1471-1605), Bologna: Il Mulino.

Fragnito G. (2006), L’Indice clementino e le biblioteche degli ordini religiosi, in Borraccini, Rusconi 2006, pp. 37-59.

Frajese V. (2006), Nascita dell’Indice. La censura ecclesiastica dal Rinascimento alla Controriforma, Brescia: Morcelliana.

Granata G. (2004), Il data base della ricerca sull’Inchiesta della Congregazione dell’Indice dei libri proibiti (RICI), «Bibliotheca», n. 1, pp. 115–130.

Granata G. (2006a), Le biblioteche dei religiosi in Italia alla fine del Cinquecento attraverso l’«Inchiesta» della Congregazione dell’Indice. A proposito di libri «scomparsi»: il caso dei Francescani Osservanti di Sicilia, in “Ubi neque aerugo neque tinea demolitur”. Studi in onore di Luigi Pellegrini per i suoi settanta anni, a cura di M.G. Del Fuoco, Napoli: Liguori, pp. 329-406.

Granata G. (2006b), Struttura e funzionalità della banca dati “Le biblioteche degli ordini regolari in Italia alla fine del secolo XVI”, in Borraccini, Rusconi 2006, pp. 285-308.

Granata G. (2012), “La più grande bibliografia nazionale della controriforma”: il trattamento informatico dei dati dell’Inchiesta della Congregazione dell’Indice, in Il libro antico tra catalogo storico e catalogazione elettronica, Atti del convegno internazionale (Roma, 29-30 ottobre 2010), a cura di R. Rusconi, Roma: Scienze e Lettere.

Grosso G. (2006), I Carmelitani e i libri: alcune note sulla legislazione, in Borraccini, Rusconi 2006, pp. 381-394.

Laudadio R. (2005), La provincia dei frati Minori dell’Osservanza di Trinacria e i suoi libri alla fine del Cinquecento, «Franciscana», VII, pp. 209-299.

Lebreton M.-M., Fiorani L. (1985), Codices Vaticani Latini 11266-11326. Inventari di biblioteche religiose italiane alla fine del Cinquecento, Città del Vaticano: Biblioteca Apostolica Vaticana.

Manzi P. (1973), La tipografia napoletana nel ’500. Annali di Giovanni Paolo Suganappo, Raimondo Amato, Giovanni de Boy, Giovanni Maria Scotto e tipografi minori (1533-1570), Firenze: Olschki.

Michaud-Quantin P. (1962), Sommes de casuistique et manuels de confession au moyen âge (XIIe-XVIe siècles), Louvain: Nauwelaerts.

Mira G. (1875), Bibliografia siciliana ovvero Gran dizionario bibliografico delle opere edite e inedite, antiche e moderne di autori siciliani o di argomento siciliano stampate in Sicilia e fuori. I, Palermo: Uff. tip. diretto da G. B. Gaudiano.

Mongitore A. (1707), Bibliotheca sicula sive De scriptoribus siculis. I, Panormi: ex typographia Didaci Bua.

Pàstena C. (1995), Libri, editori e tipografia Palermo nei secoli XV e XVI. Saggio biobibliografico, Palermo: Biblioteca centrale della Regione siciliana.

Pillinini G. (1969), Bollani, Domenico, in Dizionario biografico degli Italiani, XI, Roma: Istituto dell’Enciclopedia italiana, pp. 291-293.

Prosperi A. (1996), Tribunali della coscienza. Inquisitori, confessori, missionari, Torino: Einaudi.

Quétif J., Echard J. (1721), Scriptores Ordinis Praedicatorum recensiti, notisque historicis et criticis illustrati. II, Lutetiæ Parisiorum: apud J.B. Christophorum Ballard et Nicolaum Simart.

Rebellato E. (2008), Il miraggio dell’espurgazione. L’Indice di Guanzelli del 1607, «Società e storia», n. 122, pp. 715-742.

Resta G. (1992), La stampa in Sicilia nel Cinquecento, in La stampa in Italia nel Cinquecento, Atti del convegno (Roma, 17-21 ottobre 1989), a cura di M. Santoro, Roma: Bulzoni, pp. 777-841.

RICaBiM (2009-), Repertorio di Inventari e Cataloghi di Biblioteche Medievali dal secolo VI al 1520, Firenze: SISMEL Edizioni del Galluzzo.

Rosa M. (1990), «Dottore o seduttor deggio appellarte»: note erasmiane, «Rivista di storia e letteratura religiosa», XXVI, pp. 5-33.

Rosa M. (2006), Clero cattolico e società europea nell’età moderna, Roma-Bari: Laterza.

Rozzo U. (1998), Le biblioteche dei Cappuccini nell’inchiesta della Congregazione dell’Indice (1597-1603), in Girolamo Mautini da Narni e l’ordine dei Frati minori cappuccini fra ’500 e ’600, a cura di V. Criscuolo, Roma: Istituto storico dei Cappuccini, pp. 57-101.

Rozzo U. (2006), Una fonte integrativa di ISTC: l’Inchiesta della Congregazione dell’Indice del 1597-1603, in Borraccini, Rusconi 2006, pp. 215-250.

Rurale U. (2008), Monaci, frati, chierici. Gli ordini religiosi in età moderna, Roma: Carocci.

Rusconi R. (2000), Les bibliothèques des ordres religieux en Italie vers 1600 à travers l’enquête de la Congrégation de l’Index. Problèmes et perspectives de recherche, in Les religieux et leurs livres à l’époque moderne, Actes du colloque de Marseille (E.H.E.S.S., 2 et 3 avril 1997), a cura di B. Dompnier, M.-H. Froeschlé-Chopard, Clermont-Ferrand: Presses Universitaires Blaise-Pascal, pp. 145-60.

Rusconi R. (2002a), Le biblioteche degli ordini religiosi in Italia intorno all’anno 1600 attraverso l’inchiesta della Congregazione dell’Indice. Problemi e prospettiva di una ricerca, in Libri, biblioteche e cultura nell’Italia del Cinque e Seicento, a cura di E. Barbieri, D. Zardin. Milano: Vita & Pensiero università, pp. 63-85.

Rusconi R. (2002b), L’ordine dei peccati. La confessione tra Medioevo ed età moderna. Bologna: Il Mulino.

Rusconi R. (2004a), Le biblioteche degli ordini religiosi in Italia alla fine del secolo XVI, «Rivista di storia del cristianesimo», 1, pp. 189-199.

Rusconi R. (2004b), I libri dei religiosi nell’Italia di fine ’500, «Accademie e biblioteche d’Italia», LXXII, pp. 19-40.

Rusconi R. (2009), «O scritti a mano»: i libri manoscritti tra inquisizione e descrizione, in Dalla «notitia librorum» degli inventari agli esemplari. Saggi di indagine su libri e biblioteche dai codici Vaticani latini 11266-11326, a cura di R.M. Borraccini, Macerata: eum, pp. 1-26.

Turrini M. (1991), La coscienza e le leggi. Morale e diritto nei testi per la confessione della prima età moderna, Bologna: Il Mulino.

Zappella G. (1997), Alla ricerca del libro perduto: supplemento «virtuale» agli annali della tipografia napoletana del Cinquecento, in Bibliologia e critica dantesca. Saggi dedicati a Enzo Esposito. I: Saggi bibliologici, a cura di V. De Gregorio, Ravenna: Longo, pp. 243 293.

Appendice bibliografica

Ricerca sull’Inchiesta della Congregazione dell’Indice. Pubblicazioni

Libri, biblioteche e cultura degli ordini regolari nell’Italia moderna attraverso la documentazione della Congregazione dell’Indice, Atti del convegno internazionale (Macerata, 30 maggio – 1 giugno 2006), a cura di R.M. Borraccini, R. Rusconi. Città del Vaticano: Biblioteca Apostolica Vaticana, 2006 (Studi e testi, 434).

Contiene:

~ Presentazione, pp. 7-10;

~ R. Rusconi, Frati e monaci, libri e biblioteche alla fine del ’500, pp. 13-35;

~ G. Fragnito, L’Indice clementino e le biblioteche degli ordini religiosi, pp. 37-59;

~ D. Zardin, Bibbia e apparati biblici nei conventi italiani del Cinque-

Seicento. Primi appunti, pp. 63-103;

~ A. Nuovo, «Et amicorum»: costruzione e circolazione del sapere nelle biblioteche private del Cinquecento, pp. 105-127;

~ S. Parkin, The presence of Italian books in the British Library in the light of the Ricerca sull’Inchiesta della Congregazione dell’Indice, pp. 129-143;

~ G. Granata, Le biblioteche dei Francescani Osservanti alla fine del ’500: un approccio bibliometrico, pp. 145-178;

~ M. Bocchetta, “A primo bancho a man destra” La dispositio librorum della libreria del convento di Poggibonsi, pp. 179-200;

~ A. Serrai, Bibliografi a, selva oscura, pp. 201-214;

~ U. Rozzo, Una fonte integrativa di ISTC: l’inchiesta della Congregazione dell’Indice del 1597-1603, pp. 215-250;

~ R.M. Servello, La base dati EDIT 16, http://edit16.iccu.sbn.it, pp. 251-283;

~ G. Granata, Struttura e funzionalità della banca dati “Le biblioteche degli ordini regolari in Italia alla fi ne del secolo XVI”, pp. 285-305;

~ S. Alessandrini Calisti, Norme e consuetudini degli Eremiti camaldolesi di Montecorona su libri e biblioteche, pp. 309-335;

~ R. Biondi, Libri, biblioteche e Studia nella legislazione delle famiglie francescane (secc. XVI-XVII), pp. 337-379;

~ G. Grosso, O. Carm., I Carmelitani e i libri: alcune note sulla legislazione, pp. 381-394;

~ R.M. Borraccini. Un sequestro librario alla fi era di Recanati del 1600,

pp. 397-438;

~ M.C. Misiti, “Torchi famiglie e libri”: nuove indagini sui librai romani di fine Cinquecento, pp. 439-471;

~ F. Bruni, Una inquisitio nel convento servita di Lucca: i libri nella cella di fra Lorenzo, pp. 473-523;

~ L. Di Lenardo, I libri proibiti dei Francescani Conventuali del Triveneto, pp. 525-554;

~ A. Malena, Libri “proibiti”, “sospesi”, “dubii d’esser cattivi”: in margine ad alcune liste dei canonici regolari lateranensi, pp. 555-580;

~ C. Compare, Libri di donne e libri di monache alla fi ne del XVI secolo, pp. 583-622;

~ S. Cosi, I libri dei ‘sudditi’: Mercogliano, feudo di Montevergine, pp. 623-657;

~ A. Ottone, I libri dei notai nelle liste dei ‘sudditi’, pp. 659-704.

Dalla «notitia librorum» degli inventari agli esemplari. Saggi di indagine su libri e biblioteche dai codici Vaticani latini 11266-11326, a cura di R.M. Borraccini. Macerata: eum, 2009.

Contiene:

~ R.M. Borraccini, Introduzione, pp. XI-XXV;

~ R. Rusconi, «O scritti a mano»: i libri manoscritti tra inquisizione e descrizione, pp. 1-26;

~ M. Breccia Fratadocchi, Antichi cataloghi, libri e biblioteche nei fondi manoscritti della Nazionale di Roma, pp. 27-59;

~ R.M. Servello, «Habent sua fata libelli». Testimonianze di provenienza e possessori nei fondi librari, pp. 61-122;

~ M. Bocchetta, I libri ad usum fratrum del convento romano di Sant’Onofrio al Gianicolo, pp. 123-153;

~ R.M. Borraccini, I libri ‘rifi utati’ degli Agostiniani di S. Lucia di Cingoli, pp. 155-178;

~ F. Bruni, La biblioteca di S. Pier Piccolo ad Arezzo: tracce per una ipotesi ricostruttiva, pp. 179-203;

~ L. Ceriotti, Le cose mobili. Libri in S. Sisto di Piacenza nel 1600, pp. 205-243;

~ D. Ciccarello, Dagli inventari vaticani agli esemplari nelle biblioteche: a proposito di alcuni incunaboli della Fardelliana di Trapani, pp. 245-254;

~ C. Compare, «Invenimus numerum librorum cum inventario concordare»: la Bibliotheca di S. Antonio del Monte di Rieti, pp. 255-277;

~ S. Cosi, Da scriptorium e libraria comunis dell’Abbazia di Montevergine a Biblioteca pubblica statale. Prime indagini sul Vat. Lat. 11313, pp. 279-301;

~ F. Dallasta, I libri del convento di S. Maria Maddalena di Parma (Vat. Lat. 11326), pp. 303-325;

~ A. Delle Foglie, La Brava Libraria di San Giovanni a Carbonara e il Vat. Lat. 11310, pp. 327-345;

~ G. Granata, La Libraria di san Bernardino nell’Inchiesta della Congregazione dell’Indice, pp. 347-377;

~ G. Grosso O.Carm., Tracce di storia della biblioteca dello Studium generale Carmelitarum di S. Maria in Traspontina in Roma: dall’elenco del Vat. Lat. 11272 agli esemplari esistenti, pp. 379-407;

~ V. Lozza, Libri e formazione presso l’Accademia di Somasca intorno all’anno 1600, pp. 409-434;

~ R. Saggini, I libri del convento di San Giacomo di Savona e del monastero di Santa Maria di Finalpia, pp. 435-445;

~ E. Scrima, «Del luogo de’ PP. Capuccini di Mistretta». Libri dal convento di S. Maria, Vat. lat. 11323, pp. 447-486;

~ P. Zito, I libri dei Caracciolini secondo il Vat. lat. 11318. Due biblioteche sommerse?, pp. 487-499.

Alessandrini Calisti S. (2008), Il convento e la biblioteca di S. Fortunato a Falerone: origini e storia (secoli XIII-XIX), in «Virtute et labore». Studi offerti a Giuseppe Avarucci per i suoi settant’anni, a cura di R.M. Borraccini,

G. Borri, Spoleto: Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo (Collectanea, 21) pp. 537-572.

Biondi R. (2005), Le biblioteche dei Francescani Riformati in Italia alla fine del Cinquecento, Dottorato di ricerca in Storia del cristianesimo, Università di Padova, XVIII ciclo, Tutor prof. R. Rusconi.

Biondi R. (2010), «Vi sono certo altri scritti d’oscurissima interpretatione». Gli inventari dei fratres strictioris Observantiae durante l’inchiesta della Congregazione dell’Indice, «Franciscana», XII, pp. 215-334.

Bocchetta M. (2008), La legislazione dei Minori conventuali sugli studi e sulle biblioteche, secoli XVI-XVII, in Presenze francescane nel camerinese (secoli XIII-XVII), a cura di F. Bartolacci, R. Lambertini, Ripatransone: Maroni, pp. 249-271.

Bocchetta M. (2012), Biblioteche scomparse. Le librerie claustrali della Congregazione di san Girolamo degli Eremiti del beato Pietro da Pisa. Ricostruzione storico-bibliografi ca, Dottorato di ricerca in Scienze librarie e documentarie, Sapienza Università di Roma, XXIV ciclo, Tutor prof.ssa R.M. Borraccini.

Borraccini R.M. (2008), «Pigliarò nota dei conventi». Gli eremiti del beato Pietro da Pisa in area marchigiana e romagnola da una visita del 1630, in «Virtute et labore». Studi offerti a Giuseppe Avarucci per i suoi settant’anni, a cura di R.M. Borraccini, G. Borri, Spoleto: Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo (Collectanea, 21) pp. 363-403.

Borraccini R.M (2012, i.c.s.), Libri e censura. L’applicazione dell’Indice clementino nelle biblioteche del TOR della Marca Anconitana (dal cod. Vat. Lat. 11279), in Le Marche al tempo di Alberico Gentili: religione, politica, cultura, Atti del convegno (San Ginesio, 13-14 giugno 2009), Milano: Giuffrè, pp. 169 204.

Borraccini R.M. (2012), Libri di medicina nei chiostri e nei casali (dall’Inchiesta della Congregazione dell’Indice dei libri proibiti, 1597-1603), in La formazione del medico in età moderna (secoli XVI-XVIII), Atti della XXXVIII Giornata degli studi storici dell’arte medica e della scienza, Congresso internazionale (Fermo, 20-22 maggio 2010), Macerata: eum, pp. 158-182.

Borraccini R.M. (2012), Segni sui libri: rilevamento e ricomposizione, in Il libro antico tra catalogo storico e catalogazione elettronica, Atti del convegno internazionale (Roma, 29-30 ottobre 2010), a cura di R. Rusconi, Roma: Scienze e Lettere, pp. 156-168.

Borraccini R.M., Alessandrini Calisti S. (2008), I libri dei frati: le biblioteche dei Minori Conventuali alla fine del secolo XVI dal codice Vaticano Latino 11280, in Presenze francescane nel camerinese (secoli XIII-XVII), a cura di F. Bartolacci, R. Lambertini, Ripatransone: Maroni, pp. 273-300.

Borraccini R.M., Cosi S. (2009), Tra prescrizioni e proibizioni: libri e biblioteche dei Mendicanti della Marca d’Ancona sul declinare del Cinquecento, in Gli Ordini Mendicanti (secc. XIII-XVI), Atti del XLIII convegno di Studi maceratesi (Abbazia di Fiastra, Tolentino, 24-25 novembre 2007), Macerata: Centro di studi storici maceratesi (Studi maceratesi, 43), pp. 69-153.

Bruni F. (2006), La biblioteca di un frate servita tra XVI e XVII secolo: edizione elettronica di un manoscritto, Dottorato di ricerca in Storia e informatica, Università degli Studi di Bologna, Tutor prof.ssa F. Bocchi.

Bruni F. (2009), «Erano di molti libri proibiti». Frate Lorenzo Lucchesi e la censura libraria a Lucca alla fine del Cinquecento, Roma: Edizioni Marianum (Scrinium historiale, XXIV).

Bruni F. (2011), From Inventories to Signs on Books: Evidence for the History of Libraries in the Modern Age, «The International Journal of the Book», 8/4, pp. 51-60.

Bruni F. (2012), The Book Inventories of Servite Authors and the Survey of the Roman Congregation of the Index in Counter-Reformation Italy, in Documenting the Early Modern Book World: Inventories and catalogues in manuscript and print, Proceedings of the Third St Andrews Book Conference (7-9 July 2011), Leiden: Brill.

Compare C. (2000), Biblioteche monastiche femminili aquilane alla fine del XVI secolo, «Rivista di storia della Chiesa in Italia», LIV, pp. 469-516.

Compare C. (2002), I libri delle clarisse osservanti nella «Provincia seraphica S. Francisci» di fi ne ’500, «Franciscana», IV, pp. 169-372. Compare C. (2003), Il clero e la «instruttione» delle religiose: avvertimenti monacali, esercizi particolari e pratica spirituale, in Per il Cinquecento religioso italiano: clero cultura società, Atti del convegno internazionale di studi (Siena, 27-30 giugno 2001), a cura di M. Sangalli, introduzione di A. Prosperi, Roma: Edizioni dell’Ateneo, pp. 443-454.

Compare C. (2003), Inventari di biblioteche monastiche femminili alla fine del XVI secolo, «Genesis. Rivista della Società italiana delle storiche», II/2 (2003), pp. 220-232.

Fasanella D. (2002), I libri proibiti dei monasteri benedettini di fi ne Cinquecento, «Archivio italiano per la storia della pietà», XIV (2002), pp. 257-343.

Granata G. (2003), Le biblioteche dei cappuccini in Umbria alle soglie del ’600, in I Cappuccini nell’Umbria del Seicento, a cura di V. Criscuolo, Roma: Istituto Storico dei Cappuccini, pp. 243-270.

Granata G. (2004), Il data base della ricerca sull’«inchiesta» della Congregazione dell’Indice dei libri proibiti (RICI), «Bibliotheca», n. 1, pp. 115-130.

Granata G. (2006), Le biblioteche dei religiosi in Italia alla fine del Cinquecento attraverso l’«inchiesta» della Congregazione dell’Indice. A proposito di libri «scomparsi»: il caso dei francescani Osservanti di Sicilia, in «Ubi neque aerugo neque tinea demolitur». Studi in onore di Luigi Pellegrini per i suoi settanta anni, a cura di M.G. Del Fuoco, Napoli: Liguori, pp. 329-406.

Granata G. (2010), I libri dei Canonici secolari di San Giorgio in Alga nella documentazione della Congregazione dell’Indice, in «Claustrum et armarium». Studi su alcune biblioteche ecclesiastiche italiane tra Medioevo ed Età moderna, a cura di E. Barbieri, F. Gallo, Milano: Biblioteca Ambrosiana; Roma: Bulzoni, pp. 185-254.

Granata G. (2012), “La più grande bibliografi a nazionale della controriforma”: il trattamento informatico dei dati dell’Inchiesta della Congregazione dell’Indice, in Il libro antico tra catalogo storico e catalogazione elettronica, Atti del convegno internazionale (Roma, 29-30 ottobre 2010), a cura di R. Rusconi, Roma: Scienze e Lettere.

Laudadio R. (2005), La provincia dei frati Minori dell’Osservanza di Trinacria e i suoi libri alla fine del Cinquecento, «Franciscana», VII, pp. 209-299.

Longhi L. (2005), Le cinquecentine della Biblioteca Francescano-Cappuccina Provinciale di Milano. Un contributo per la storia del libro religioso nell’età moderna, Dottorato in Storia del cristianesimo e delle chiese, Università di Padova, XVII ciclo, Tutor prof. R. Rusconi.

Longhi L. (2007), Gli incunaboli della Biblioteca Francescano-Cappuccina Provinciale di Milano, «Aevum», XLVIII (2007), pp. 219-255.

Lozza V. (2009), Libri e formazione nell’Accademia di Somasca intorno al 1600, «Archivi di Lecco e della Provincia», XXXII, pp. 13-59.

Ottone A. (2006), Fisionomia culturale degli ordini regolari e circolazione libraria: la provincia certosina del Regno di Napoli, Dottorato di ricerca in

Storia della Società europea, Università di Napoli “Federico II”, XVIII ciclo, Tutor prof.ssa A.M. Rao.

Rusconi R. (2000), Les bibliothèques des ordres religieux en Italie à travers l’enquête de la Congrégation de l’Index: problèmes et perspectives de recherche, in Les ordres religieux et leurs livres à l’époque moderne, sous la direction de B. Dompnier, M.-H. Froeschlé-Chopard, Clermont Ferrand: Presses Universitaires Blaise-Pascal, pp. 145-160.

Rusconi R. (2002), Le biblioteche degli ordini religiosi in Italia intorno all’anno 1600 attraverso l’inchiesta della Congregazione dell’Indice: problemi e prospettive di una ricerca, in Libri, biblioteche e cultura nell’Italia del Cinque e Seicento, a cura di E. Barbieri, D. Zardin, Milano: Vita e Pensiero, pp. 63-84.

Rusconi R. (2003), Circolazione del libro religioso e pastorale ecclesiastica negli ultimi decenni del secolo XVI, in Per il Cinquecento religioso italiano: clero cultura società, Atti del convegno internazionale di studi (Siena 27-30 giugno 2001), a cura di M. Sangalli, Roma: Edizioni dell’Ateneo, pp. 141-163.

Rusconi R. (2004), Le biblioteche degli ordini regolari in Italia alla fine del secolo XVI, «Rivista di storia del cristianesimo», I, pp. 189-199.

Rusconi R. (2004), Le biblioteche dei monasteri e dei monaci della congregazione dei Celestini alla fine del secolo XVI, in Mediterraneo, Mezzogiorno, Europa. Studi in onore di Cosimo Damiano Fonseca, a cura di G. Andenna, H. Houben, Bari: Mario Adda editore, pp. 961-987.

Rusconi R. (2004), I libri dei religiosi nell’Italia di fi ne ’500, «Accademie e biblioteche d’Italia», LXXVII, pp. 19-40.

Rusconi R. (2005), I frati Minori dell’Osservanza in Italia dopo il Concilio di Trento: circolazione di libri e strumenti di formazione intellettuale (sulla base delle biblioteche conventuali e personali), in Identités franciscaines a l’âge des Réformes, sous la direction de F. Meyer, L. Viallet, Clermont-Ferrand: Presses Universitaires Blaise-Pascal, pp. 385-408.

Rusconi R. (2004, ma 2005-2006), Le biblioteche dell’Ordine dei Servi alla fine del XVI secolo, «Studi storici dell’Ordine dei Servi di Maria», LIV, pp. 155-163.

Rusconi R. (2011-2012), La preparazione culturale nell’Ordine dei Servi: libri e biblioteche alla fine del XVI secolo, in I Servi di Santa Maria nell’epoca delle riforme (1413-1623), Atti del convegno (Roma, 7-9 ottobre 2010), «Studi Storici dell’Ordine dei Servi di Maria», LXI-LXII, pp. 307-339.

Rusconi R., a cura di (2012), Il libro antico tra catalogo storico e catalogazione elettronica, Atti del convegno internazionale (Roma, 29-30 ottobre 2010), Roma: Scienze e Lettere.

Rusconi R. (2012), Libri e biblioteche degli ordini regolari in un’indagine di fine Cinquecento. Indirizzi di ricerca e prospettive, «Dimensioni e problemi della ricerca storica», n. 27, pp. 111-123.

Saggini R. (2003), Biblioteche cinquecentesche in Liguria. Libri nella diocesi di Savona, Genova: Accademia ligure di scienze e lettere.

Zanot M. (2003), Le biblioteche del Terzo Ordine della Regolare Osservanza di san Francesco in Italia alla fine del Cinquecento (1596-1600), «Franciscana», V, pp. 263-341.

Zito P. (2010), Le biblioteche dei Caracciolini nel 1600 (Napoli e Roma) secondo il ms. Vat. Lat. 11318, in L’Ordine dei Chierici Regolari Minori (Caracciolini): religione e cultura in età post-tridentina, Atti del convegno (Chieti, 11-12 aprile 2008), a cura di I. Fosi, G. Pizzorusso, Napoli: Loffredo («Studi medievali e moderni», XIX), pp. 317-330.




DOI: http://dx.doi.org/10.13138/2039-2362/400

Copyright (c) 2015 IL CAPITALE CULTURALE. Studies on the Value of Cultural Heritage


Licenza Creative Commons edita dall'eum e gestita dall'Università di Macerata, Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo, Sezione di Beni Culturali, piazzale Bertelli 1, 62100 Macerata, Italia.

Adotta specifiche politiche per la gestione e protezione dei dati.