La chiesa di Richard Meier a Tor Tre Teste e il suo contributo al consolidamento identitario dei nuovi quartieri romani oltre il GRA / The church designed by Richard Meier in Tor Tre Teste and the identity consolidation in the new roman neighbourhoods beyond the Great Circular Road

Giuseppe Bonaccorso

Abstract



Il contributo proposto ha l’obiettivo di analizzare alcuni significativi brani del tessuto urbano della periferia est di Roma, adottando metodi interpretativi legati alla storia, alla società, alla programmazione urbanistica e alla costruzione. Gli aspetti salienti del quadrante orientale della periferia romana verranno così delineati partendo “dal di dentro”, sottolineandone i percorsi, gli spazi e i nuclei compositivi che sono all’origine della struttura e della forma stessa dei quartieri disposti a cavallo del Grande Raccordo Anulare. In questo ambito, si pone l’attenzione su alcuni episodi chiave che vedono protagoniste le nuove chiese che riescono a creare una centralità all’interno dei quartieri periferici sostituendo le biblioteche, le piazze e i centri commerciali.  Analizzando da vicino questi esempi, si scopre come di recente sono state realizzate chiese firmate da architetti di fama internazionale proprio allo scopo di rafforzare, o meglio di costruire, un fattore identitario per ciascun quartiere ubicato nel settore orientale della città. Partendo quindi dal generale si arriva a indagare una chiesa e un quartiere che possono essere considerati un modello da seguire per tutta la periferia a ridosso del GRA: la chiesa giubilare di Dio Padre Misericordioso progettata da Richard Meier nel quartiere di Tor Tre Teste. La sequenzialità degli eventi che hanno contraddistinto il concorso per la progettazione della chiesa, la scelta della proposta di Richard Meier, la complessità del cantiere, l’analisi tecnica, stilistica e simbolica della realizzazione finale sono quindi analizzate nell’ambito del rapporto con il quartiere e del tentativo di realizzare (attraverso di essa) un centro di attrazione per tutta la periferia.

 

The article analyses some significant parts of the urban tissue at the eastern periphery of Rome, using the interpretative methods inherent to history, society, urban programming and construction. The most important aspects of the eastern quadrant of the Roman periphery are described “from the inside”, accentuating the passages, spaces and elements of composition standing in the origin of form and structure of the neighborhoods in the vicinity of Great Circular Road. The article proposes that the key episodes in this process are the new churches by internationally famous architects, created as new focal points for peripheral neighborhoods whilst replacing libraries, squares and malls. Recent realizations are seen as intention to enforce, or, better, to construct, an identity factor for each of the neighborhoods in the dicussed sector of the city. Starting from the general discourse, the article focuses on one church and one neighborhood that might be considered as models to follow in the entire periphery around GCR: the jubilee church of God the Father of Mercy designed by Richard Meier in the neighborhood of Tor Tre Teste. The sequence of events related to the architectural competition for the church, the choice of proposal by Richard Meier, the complexity of construction as well as the technical, stylistic and symbolical analysis of the building are put in relation to the neighborhood, and finally read as an attempt to create centre of attention for the entire periphery.


Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


Baglione C. (2003), Concezione strutturale e costruzione delle vele, «Casabella», 715, pp. 20-27.

Bigliardi S. (2003), Le vele di Meier. Dives in misericordia, Milano: Arti grafiche Fiorin.

Bonaccorso G. (1999), Il cantiere della chiesa di Tor Tre Teste, «Giornale dell’Architettura», 20, p. 7.

Bonaccorso G. (2000), Roma lavori in corso: il cantiere della chiesa del giubileo, «Giornale dell’Architettura», 25, pp. 1-11.

Careri F. (2006), Walkscapes, Torino: Einaudi.

Cassarà S., a cura di (2004), Richard Meier. Opere recenti, Milano: Skira.

Castel R. (2008), La discriminazione negativa. Cittadini o indigeni?, Macerata: Quodlibet.

Castellano A. (1996), La Chiesa dell’anno 2000, «l’Arca», 107, pp. 12-17.

Ciucci G., Ghio F., Rossi P. O., a cura di (2006), Roma. La nuova architettura, Milano: Electa.

Conforti C., Marandola M. (2009), Richard Meier, Milano: Federico Motta.

De Seta C. (2003), Richard Meier e la chiesa del Giubileo a Roma, in Architetture della fede in Italia, a cura di C. De Seta, Milano: Bruno Mondadori, pp. 201-205.

Falzetti A. (2003), La chiesa Dio Padre Misericordioso, Roma: Clear.

Ferrarotti F. (1970), Roma da capitale a periferia, Roma-Bari: Laterza.

Ferrarotti F. (1979), Roma da capitale a periferia, Roma-Bari: Laterza.

Grande raccordo Anulare (2005), numero tematico di «Gomorra», Roma: Meltemi editore.

Gresleri Gl., Bettazzi M.B., Gresleri Gi., a cura di (2004), Chiesa e Quartiere. Storia di una rivista e di un movimento per l’architettura a Bologna, Bologna: Editrice Compositori.

Guala G. (2003), La chiesa “Dives in misericordia” di Richard Meier a Tor Tre Teste, in Abitare il futuro, a cura di R. Roda, Milano: BE.MA, pp. 112-119.Italcementi Group, a cura di (2003), Chiesa Dives in misericordia. Roma. Progetto Richard Meier, I-III, Milano: Italcement Group.

Lamberti C., Minelli A. (2006), La chiesa “Dives in misericordia” di Richard Meier: ideazione, realizzazione, significato, «Bollettino ingegneri», 3, pp. 3-10.

Marandola M. (2009), La costruzione in precompresso, Milano: Il sole 24 ore.

Minicelli M.C. (2004), Nuova chiesa a Tor Tre Teste, «Lazio Ieri e Oggi», 40, pp. 450-451.

Moneta A. (2012), Ponte di Nona. Una Centralità nel mercato edilizio romano, Roma: Edizioni Nuova Cultura.

Moschini F., a cura di (1996), Perifanie. Roma: appunti sul nuovo paesaggio urbano, catalogo della mostra fotografica di Roberto Bossaglia, Roma: Kappa.

Portelli A., Bonomo B., Viccaro U., Sotgia A. (2006), Città di parole: storia orale da una periferia urbana, Roma: Donzelli.

Purini F. (2003), Troppo divina: Richard Meier, la chiesa di Roma, «Casabella», 715, pp. 6-19.

Ratti P., Berarducci F., Bevilacqua C., a cura di (1990), Guida alle nuove Chiese di Roma, Roma: Gangemi.

Servadio L. (2003), Chiesa Dio Padre Misericordioso a Roma. Le ardite vele del nuovo millennio, «Chiesa oggi», 62, pp. 24-43.

Strappa G., a cura di (2012), Studi sulla periferia est di Roma, Milano: Franco Angeli.

Valsecchi R. (2009), Se la Francia è un incubo. Tra i reietti delle banlieue, «Liberazione», 26 luglio.

Zachmann P. (2009), Ma proche banlieue, 2 voll., Paris: Barral.




DOI: http://dx.doi.org/10.13138/2039-2362/913

Copyright (c) 2015 IL CAPITALE CULTURALE. Studies on the Value of Cultural Heritage


Licenza Creative Commons edita dall'eum e gestita dall'Università di Macerata, Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo, Sezione di Beni Culturali, piazzale Bertelli 1, 62100 Macerata, Italia.

Adotta specifiche politiche per la gestione e protezione dei dati.