La paura nel campo penale: una storia del presente

Roberto Cornelli

Abstract


Il mio interesse per le dimensioni affettive della sfera penale risale agli anni in cui Adolfo Ceretti costruiva le fondamenta teoriche e operative della giustizia riparativa italiana (e non solo) e accompagnava le mie prime riflessioni di politica criminale, Massimo Pavarini coglieva l’esigenza di riflettere criticamente su un tema emergente anche in Italia, quello della sicurezza urbana, e mi ospitava agli incontri del Comitato scientifico del progetto Città Sicure, e Alessandro Baratta sfidava i cliché del dibattito culturale e politico italiano sulla paura della criminalita. 

 

Attingendo da una sterminata letteratura sul tema, ho condotto per venti anni studi e ricerche sulla paura nel campo penale che nel mio intervento al Laboratorio di storia del penale e della giustizia del maggio del 2018 ho inteso riprendere e approfondire nella prospettiva della “storia del presente” – per usare un’espressione cara a David Garland.



Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.